Crioterapia: come il freddo aiuta mente e corpo

Che ne dite di di fare una sauna a -180°? Follia? No, terapia. Si chiama crioterapia ed è fatta con un’apparecchiatura che raggiunge questa temperatura grazie all’azoto liquido.

Seppur moderna, la crioterapia è conosciuta già nella medicina cinese e i suoi effetti benefici su corpo e psiche sono conosciuti da centinaia di anni. In origine era il bagno in acqua gelata oggi si ricorre a macchinari efficaci e sofisticati.

Lo shock termico che deriva dall’esposizione a temperature così basse stimola la produzione di numerosi enzimi ed ormoni e favorisce la circolazione sanguigna che provoca all’interno del corpo una specie di autoriparazione.

È un metodo molto amato anche dagli atleti perché favorisce il recupero muscolare e diminuisce i tempi di attesa tra un allenamento e l’altro, la crioterapia ha inoltre svariate applicazioni.

Se poi avete bisogno di dimagrire, numerosi studi dimostrano che lo sbalzo di temperatura favorisce il dimagrimento. Come si può dimagrire grazie al freddo? Esporre il corpo a basse temperature muta il tessuto adiposo bianco (quello che determina l’aumento di peso) e lo trasforma in tessuto adiposo bruno, che è quello che aiuta il metabolismo a regolare la termogenesi e favorisce la diminuzione di peso.

La crioterapia è anche usata in ambito estetico perché aiuta la pelle a migliorare nel suo aspetto, grazie alla stimolazione del collagene, la cui produzione aiuta e ringiovanire la pelle e attenuare le rughe. È utile per trattare forme di acne ed eczema poiché riesce ad eliminare i batteri che ne sono la causa.

Un altro beneficio di cui non molti sanno è la produzione di endorfine che sono un alleato prezioso per chi soffre di ansia, depressione lieve e insonnia.

I vantaggi dimostrati dalla crioterapia sono molteplici: aumenta l’ossigenazione del sangue, aumenta gli ormoni e le endorfine, diminuisce le infiammazioni muscolari, accelera il metabolismo, rallenta l’invecchiamento, potenzia il sistema immunitario.