Verniciature industriali, ecco la scelta che fa per te

Le vernici industriali sono liquidi o polveri pigmentati che vengono utilizzati per proteggere e / o abbellire i substrati. Le vernici industriali sono utilizzate nell’industria aerospaziale, architettonica e delle costruzioni, automobilistica ed elettronica. Sono inoltre utilizzati in applicazioni marine, mediche, militari, ottiche, farmaceutiche, a semiconduttore e tessili. Alcune vernici industriali vengono applicate con spazzole o rulli. Altri sono applicati con sistemi a spruzzo. I substrati per vernici industriali includono:

  • Asfalto
  • Ceramica
  • Calcestruzzo e muratura
  • Tessuto e fibra
  • lana di vetro
  • Bicchiere
  • Metallo
  • Carta e cartone
  • Plastica
  • Gomma ed elastomero
  • Legna

Tipi

Le vernici industriali variano ampiamente in termini di chimica. Includono tipicamente una resina, un solvente, additivi, pigmenti e, in alcuni casi, un diluente. Le vernici a base solvente contengono composti organici volatili (COV) come vettore. Le vernici a base d’acqua contengono principalmente acqua, ma anche sostanze chimiche come etere glicolico e alcoli come vettore. Diversi tipi di vernici industriali includono:

Acrilico – una resina sintetica utilizzata in lattice ad alte prestazioni o vernici a base d’acqua, è adatta per l’incollaggio di metallo, superfici oleose, vetro, ferrite e plastica.

Epossidico – Utilizzato quasi esclusivamente nei componenti di aeromobili, è più resistente al degrado ambientale rispetto alle resine come gli alchidi, che sono generalmente utilizzati solo nelle vernici per finiture.

Poliestere: tipicamente insaturo e utilizzato in applicazioni marine.

Poliuretano: include un elastomero duro simile alla gomma che si basa sulla condensazione di isocianati organici con resine contenenti gruppi idrossilici.

Inorganico o silicato: utilizzare biossido di titanio come pigmento di estensione.

Politetrafluoroetilene (PTFE) – una famiglia di tecnopolimeri caratterizzata da elevata stabilità termica, resistenza chimica quasi universale e basso attrito.

Specificazioni

Le specifiche per le vernici industriali includono:

Colore: i colori variano ampiamente e includono nero, blu, marrone, grigio, verde, arancione, viola, rosso, bianco e giallo. Sono disponibili fondi e finiture come piatti, satinati, semi-lucidi e lucidi.

Copertura: la copertura è l’area del substrato che le vernici industriali possono coprire con uno spessore specifico.

Contenuto di COV – Il contenuto di COV è limitato dalle normative governative e rappresenta la quantità di evaporazione dei composti del carbonio in condizioni di prova.

Vita utile – La durata utile è la quantità di tempo che intercorre tra la fase di miscelazione e la fase di gel in cui le vernici industriali rimangono utilizzabili in una pentola a 77 ° F.

Viscosità – La viscosità misura la resistenza di una vernice industriale al flusso.

Gravità specifica – La gravità specifica è il rapporto tra la densità del rivestimento e la densità dell’acqua a una temperatura specificata.

Verniciature industriali, a chi rivolgersi

AnboIndustry è una Azienda di Verniciatura che si occupa principalmente di verniciature industriali a liquido, il modo più efficace per verniciare qualsiasi tipo di materiale ottenendo risultati di alto livello.

La verniciatura a liquido è particolarmente indicata per il settore industriale in quanto, attraverso questo tipo di lavorazione, è possibile ottenere effetti e finiture di alto livello e pregio come la verniciatura a specchio è una declinazione della cromatura che consente di applicare al prodotto un effetto riflettente di inconfondibile appeal. Inoltre, è possibile verniciare la plastica, metallo, vetro, ceramica, legno o altro ancora.

Nel caso in cui cercaste una decorazione più complessa allora la cubicatura fa al caso vostro.